Recensione di Donato Zoppo su “MovimentiPROG”

Un sofisticato pop-rock per il giovane quartetto lombardo
voto: 7

Una giovane band che mi colpì qualche anno fa per la piacevole miscela tra rock melodico all’italiana, atmosfere liquide e visionarie alla Pink Floyd e un gusto per l’arrangiamento tutto figlio del progressive. Sono gli Psicosuono da Milano, che ritroviamo con una formazione rinnovata (oggi in quartetto) e un nuovo progetto dal titolo “Aut Aut”, curato da un produttore di lusso come Livio Magnini dei Bluvertigo.

Il disco è sicuramente messo a fuoco meglio rispetto al promo precedente: la band ha avuto la possibilità di esibirsi spesso dal vivo e la modifica della formazione ha donato maggior concretezza al songwriting, che oggi risulta più immediato e secco. Basta ascoltare la fulminante opener “Sonno della notte” per capire l’impalcatura del lavoro: un rock melodico ben congegnato, scorrevole e realizzato con brio per valorizzare le doti vocali di Elisabetta Giglioli. “Mistica” è probabilmente il momento più alto e il brano che meglio rappresenta la band, nell’elegante fusione tra art-rock e ricami funky-fusion alla Doobie Brothers, come la stessa “Omega”; di approccio diverso – in equilibrio tra intensità melodica e ricerca – “Il tuo destino” e la title-track. I riferimenti alle atmosfere floydiane tornano in “Caplesta e scivola”.

Il chitarrista Stefano De Marchi è il fulcro della band: autore di tutti i pezzi, garantisce un buon equilibrio generale. Se per questo motivo “Aut aut” è un lp omogeneo e con una cifra stilistica abbastanza definita, è anche vero che il principale difetto è la mancanza di una personalità forte, che possa distinguere gli Psicosuono dalle altre band dell’underground italiano.

“Aut aut” è comunque un disco grazioso. Un ottimo primo passo per un gruppo al quale auguriamo una grande crescita.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi